Organi sociali

Organi sociali

L’associazione, per poter operare a favore degli utenti e nel rispetto delle normative previste, necessita di avere degli organismi che sono previsti nello Statuto:
a) l’Assemblea dei Soci;
b) il Consiglio Direttivo;
c) il Presidente;
d) il Tesoriere;
e) il Collegio dei Probiviri;
f) gli Organi di controllo e revisione, qualora la loro istituzione venga deliberata dall’Assemblea dei Soci o divenga obbligatoria per legge.

Tutte le cariche sono elettive, con libera eleggibilità.
Nessun compenso è dovuto ai membri del Consiglio Direttivo, nemmeno qualora rivestano la funzione di Presidente, Vice-presidente, Segretario o Tesoriere.

I compiti e le responsabilità degli organi sociali sono ben definiti nello Statuto riportiamo di seguito una breve descrizione.

Assemblea

L’Assemblea regolarmente costituita rappresenta l’universalità degli associati e le sue deliberazioni, prese in conformità alla legge ed al presente statuto, obbligano tutti gli associati. L’Assemblea è presieduta dal Presidente dell’Associazione o in sua assenza da un membro del Consiglio Direttivo.
Le funzioni di Segretario sono svolte da persona nominata dal Presidente dell’Associazione.

L’Assemblea è il massimo organo deliberante e ha i seguenti compiti:
• eleggere il Presidente dell’Associazione;
• nominare e revocare dei componenti degli organi sociali;
• nominare e revocare, quando previsti, il soggetto incaricato della revisione legale dei conti e l’organo di controllo;
• eleggere il Tesoriere;
• approvare il bilancio consuntivo e quello preventivo e la relazione annuale predisposti dal Consiglio Direttivo;
• fissare le direttive per l’attività dell’Associazione;
• deliberare sugli argomenti che siano sottoposti alla sua approvazione dal Consiglio Direttivo;
• deliberare sulle modifiche dello statuto dell’Associazione, sull’eventuale scioglimento dell’Associazione e sulla conseguente devoluzione del suo patrimonio nel rispetto del successivo articolo 21.
L’assemblea delibera inoltre sugli altri oggetti attribuiti dalla legge alla sua competenza.

Consiglio direttivo

Il Consiglio Direttivo è formato da un numero di membri da cinque a nove, tra cui è incluso il Presidente, eletti dall’Assemblea, scegliendoli tra i soci, ogni tre anni e rieleggibili.
Il Consiglio Direttivo, qualora lo ritenga necessario può eleggere il Vicepresidente e il Segretario.
Al Consiglio Direttivo spettano tutti i poteri di ordinaria e di straordinaria amministrazione dell’Associazione, ad eccezione di quelli che per legge o statuto spettano all’Assemblea.
In particolare, il Consiglio Direttivo si occupa:
• dell’ammissione di nuovi soci;
• di stabilire le quote annuali dovute dai soci;
• della convocazione delle Assemblee;
• di attuare le direttive generali stabilite dall’Assemblea;
• di conferire eventuali deleghe di funzioni al Presidente, o ad uno o più amministratori, nei limiti individuati con propria deliberazione assunta e depositata nelle forme di legge;
• di predisporre il bilancio preventivo dell’Associazione;
• di predisporre il bilancio annuale consuntivo dell’Associazione, sottoponendolo poi all’approvazione dell’Assemblea;
• di redigere a consuntivo la relazione annuale;
• di emanare, modificare, revocare, nell’ambito delle proprie competenze, regolamenti interni o altre disposizioni;
• di assumere eventuale personale dipendente;
• di vigilare sul buon funzionamento dell’Associazione, di favorire e valutare l’attività dei volontari e di promuovere ogni iniziativa volta al conseguimento degli scopi associativi;
• di predisporre il bilancio sociale ove ne ricorrano i presupposti di redazione ai sensi di legge.

Presidente

Il Presidente dell’Associazione, eletto dall’Assemblea dei Soci al proprio interno, ha la legale rappresentanza dell’Associazione nei confronti dei terzi e in giudizio.
In caso di sua assenza o impedimento è sostituito dal Consigliere più anziano fra i presenti. Il Presidente sorveglia il buon andamento amministrativo dell’Associazione in collaborazione con il Tesoriere e il buon andamento della vita e delle attività dell’Associazione anche con iniziative organizzative, cura l’osservanza del presente Statuto, promuovendone la riforma quando necessaria.
In particolare il Presidente si preoccupa:
• di convocare e presiedere le riunioni del Consiglio Direttivo e dell’Assemblea dei Soci, curando l’esecuzione delle relative deliberazioni;
• di deliberare, entro i limiti definiti in apposito regolamento interno, su tutte le questioni che, per legge o per Statuto non siano di competenza dell’Assemblea dei Soci, del Consiglio direttivo o di altro organo dell’Associazione.
Il Presidente svolgerà inoltre le funzioni a lui delegate dal Consiglio Direttivo ai sensi dell’art. 14 dello Statuto.

Tesoriere

Il Tesoriere viene eletto dall’Assemblea al proprio interno.
Al Tesoriere spetta il compito di tenere e aggiornare i libri contabili nonché di collaborare alla predisposizione del bilancio dell’Associazione, di sovraintendere a tutta l’attività amministrativa vigilando per una corretta ed equilibrata gestione.

Torna su